Magica Tuscia


A partire da € 595  Minimo 30 partecipanti

NOTE IMPORTANTI

  • Gli ingressi indicati a parte nel programma di viaggio o inclusi nella quota di partecipazione sono soggetti a riconferma in base alla disponibilità all’atto della realizzazione del gruppo.
  • L’ordine delle visite potrà subire variazioni per ragioni operative fermo restando la loro effettuazione.

Supplemento camera singola                                      € 100

Supplemento quota minimo 25 persone                  € 55

ASSICURAZIONE ANNULLAMENTO FACOLTATIVA: Copertura per cause medico-certificabili incluso positività al Covid-19 (non copre patologie pre-esistenti) € 35 in camera doppia – € 40 in camera singola

Itinerario: Trento, Orvieto, Cerveteri, Tarquinia, Viterbo, Tuscania, Bomarzo, Trento   
Mezzo: Pullman   

Partenze

Dal 22/04/2024   al 25/04/2024  
Durata: 4 giorni (3 notti)   
Partenza da: Trento  
Quota: € 595  

Descrizione

1° GIORNO: TRENTO – ORVIETO
PUNTI DI CARICO PULLMAN GRAN TURISMO
Ore 05.30: partenza da Pergine Piazzale Gavazzi.
Ore 06.00: partenza da Trento, Piazza Dante-Palazzo della Regione o parcheggio ex area zuffo.
Ore 06.30: partenza da Rovereto, Stazione ferroviaria o Casello autostradale di Rovereto sud.
Orari e luoghi definitivi saranno comunicati con circolare informativa 5 giorni prima della partenza. Partenza per Orvieto. Pranzo libero lungo il percorso. All’arrivo incontro con la guida per la visita guidata di questa bellissima cittadina. È una città museo che mette in bella mostra tutte le epoche che ha attraversato: dagli Etruschi al Medioevo fino alle vicissitudini che l’hanno vista protagonista durante la seconda guerra mondiale. La storia della città è strettamente legata a quella del suo Duomo, una delle più belle cattedrali d’Italia e del mondo. Sulla facciata è possibile ammirare i mosaici ove si narra la vita della Vergine dall’Assunzione all’incoronazione. All’interno si ritrova un’opera di grande maestria del pittore toscano Luca Signorelli, originario di Cortona ed esponente di punta del Rinascimento italiano: la Cappella Nova o di San Brizio (ingresso non incluso e non previsto). Qui alzando gli occhi in alto, rimarrete estasiati dalle scene del Giudizio Universale e dell’Anticristo, uno dei dipinti più conosciuti del Rinascimento italiano. Vicino al Palazzo Comunale scorgerete la Chiesa di S. Andrea e Bartolomeo, rilevante in epoca medievale per e nomine di papa Martino IV e dei cardinali Niccolò IV e Bonifacio VIII, avvenute proprio qui. Da Piazza Cahen ammirerete la Rocca anche definita Fortezza Albornoz. Della originale fortificazione risalente al 1364 ne resta solo una porzione con la torre in perfetto stato. Continuazione per la visita al Pozzo di S. Patrizio realizzato nel XVI secolo per garantire alla cittadina acqua in ogni momento dell’anno in caso di calamità o per un prolungato stato di assedio. Correva l’anno 1527 quando in occasione del “sacco di Roma” l’allora pontefice Clemente VII si rifugiò ad Orvieto e per suo volere commissiona ad Antonio da Sangallo il Giovane la costruzione del pozzo. Egli si ispirò alla scala a chiocciola della Villa del Belvedere in Vaticano e creò un geniale sistema elicoidale di scalini in modo tale che le vie per scendere e salire il percorso del pozzo (profondo circa 58 metri) non si incontrassero tra di loro generando problemi di “traffico”. Al termine trasferimento in hotel a Viterbo o dintorni, sistemazione, cena e pernottamento.

2° GIORNO: CERVETERI – TARQUINIA E LE NECROPOLI
Mezza pensione. Dopo la prima colazione, visita di Cerveteri, il cui territorio è uno dei più ricchi e interessanti a livello storico e naturalistico di tutto il centro Italia. Le sue mura di cinta risalgono al XII – XIII secolo e, per un tratto, ricalcano il tracciato di quelle antiche. Salendo la scalinata di piazza Aldo Moro troverete la piazza Santa Maria, sulla quale si affaccia la principale chiesa del centro storico, la chiesa di Santa Maria Maggiore. Costruita molto probabilmente sui resti di un antico tempio etrusco, il suo aspetto è cambiato diverse volte nel corso dei secoli. Nel 1100 venne adattata ai canoni del vigente stile romanico e fu dotata di un campanile, mentre successive modifiche volute dai principi Ruspoli, proprietari del feudo, portarono alla realizzazione nel 1760 di un passaggio che collega la chiesa al loro palazzo risalente al 1500. Continuazione per la alla Necropoli della Banditaccia, una delle più grandi di tutto il territorio dell’Etruria e tra le più importanti dell’area del Mediterraneo. Si sviluppò dal IX secolo a.C. sino all’età ellenistico-romana, per questo motivo all’interno si possono ammirare diverse tipologie di tombe. Quelle più antiche sono del tipo a pozzo, mentre in seguito si svilupparono grandi tumuli con camere funerarie scavate nel tufo e decorate con motivi ispirati all’architettura domestica. Avrete la possibilità di fare un viaggio indietro nel tempo all’interno delle antiche case etrusche dove sono stati installati allestimenti multimediali, ricostruzioni virtuali e proiezioni audiovisive con effetti sonori e luminosi. Pranzo libero in corso di escursione. La giornata prosegue con la visita di Tarquinia, uno splendido borgo medievale che, essendo eretto su una rupe, regala un panorama mozzafiato sul mar tirreno e sulla valle del fiume Marta. Il patrimonio della città copre circa 3000 anni di storia tra reperti archeologici e medievali, ospitati nel Museo Archeologico Nazionale Tarquiniese collocato all’interno di Palazzo Vitelleschi. La passeggiata all’interno del centro storico vi farà respirare un’atmosfera medievale tra chiese e monumenti. Si parte dalla Barriera di San Giusto, l’antico accesso della città che conduce in Piazza Cavour, dove sorge il palazzo sede del Museo Archeologico e da dove si può ammirare il maestoso campanile del Duomo di Santa Margherita, distrutto da un incendio nel 1643 e ricostruito in più fasi. Anche Tarquinia ha la sua necropoli. Conosciuta come Necropoli di Monterozzi è situata sui 6 km della collina dei Monterozzi. Si contano più di 6000 tombe, la maggior parte sono camere scavate nella roccia e sormontate da tumuli. Le diverse e straordinarie tombe dipinte rappresentano il nucleo più prestigioso della necropoli, l’uso di decorare con pitture i sepolcri di famiglie aristocratiche è documentato in diversi centri dell’Etruria, ma solo a Tarquinia il fenomeno ha assunto dimensioni ampie e continuate nel tempo per quasi tutta la durata della vita della città. Ammirerete dipinti celebri come le tombe delle Leonesse, dei Leopardi, della Caccia e Pesca. Rientro in hotel per la cena e il pernottamento.

3° GIORNO: VITERBO – TUSCANIA
Mezza pensione. Dopo la prima colazione, la mattina è dedicata alla scoperta di Viterbo, la “città dei Papi”. Per secoli contesa tra impero papato, passò definitivamente alla Chiesa con donazione dei Franchi e nel XIII secolo divenne residenza del Pontefice. Il centro della città è Piazza San Lorenzo, su cui affaccia la cattedrale di San Lorenzo costruita sulle rovine di un tempo pagano dedicato ad Ercole. Nel corso degli anni fu più volte ristrutturata, colpita dai bombardamenti del 1944, consentì alla ricostruzione di assumere l’aspetto complessivamente romantico che è possibile ammirare oggi. Fulcro della città è invece piazza del Plebiscito, con palazzo dei Priori monumento simbolo del potere civico della città, e oggi sede della Prefettura. L’altro palazzo situato in piazza del Plebiscito è il palazzo del Podestà, costruito per dar residenza al Podestà, ma della struttura originale rimane soltanto una finestra murata. Venne trasformato notevolmente nel ‘400 con il rifacimento della torre. La visita prosegue con il “Vaticano” di Viterbo, il Palazzo dei Papi. Edificio gotico, affiancato dalla splendida loggia traforata da archi, in cui si tenne il primo conclave. Il nome dell’adunanza dei cardinali per l’elezione papale deriva proprio dalle circostanze di questo evento, infatti per accelerare la scelta i viterbesi chiusero a chiave i prelati nel palazzo, da cui l’espressione “cum clave”. È il più importante monumento storico della città e venne costruito in occasione del trasferimento della sede del pontefice Alessandro IV. Seguirà poi Villa Lante a Bagnaia, uno dei più famosi giardini rinascimentali. Distribuito su quattro terrazze principali rappresenta uno dei maggiori esempi di architettura del verde del ‘500. I terrazzamenti sono arricchiti da fontane, giochi d’acqua e da due palazzine riccamente decorate con affreschi e stucchi. Ricca di alberature storiche è espressione della capacità di domare il paesaggio in un continuo gioco di inattese meraviglie. Pranzo libero in corso di escursione. Nel pomeriggio sarete diretti a Tuscania, con il suo centro storico medievale e rinascimentale, caratterizzato da palazzi intonacati e abitazioni in tufo. Visiterete le Basiliche paleocristiane di San Pietro e Santa Maria Maggiore. La chiesa di San Pietro si affaccia su uno spiazzo erboso tra il Palazzo dei Canonici e le torri di difesa sopra l’antica acropoli. Colpisce sicuramente la facciata di San Pietro, costruita verso la fine dell’anno 1000 e l’interno ricco di opere d’arte. La chiesa di Santa Maria Maggiore invece, costruita tra VIII e IX secolo, è decorata all’esterno con tante pietre diverse ed è arricchita da un superbo rosone, mosaici e statue provenienti da monumenti più antichi. All’interno invece troverete colonne dipinte, una fonte battesimale duecentesca, e il grandioso affresco del Giudizio Universale. Ritorno in hotel per la cena e il pernottamento.

4° GIORNO: ORVIETO – PARCO DEI MOSTRI DI BOMARZO – TRENTO
Dopo la prima colazione partenza per Bomarzo. Arrivo e visita al Parco dei mostri di Bomarzo. Conosciuto anche come Sacro Bosco di Bomarzo, fu ideato da Pirro Ligorio (l’architetto che completò San Pietro dopo la morte di Michelangelo) sotto commissione del Principe Pier Francesco Orsini in memoria della sua adorata moglie. Gli animali mitologici e i giganteschi mostri di pietra che si trovano all’interno vi catapulteranno in un mondo fantastico. L’intento del principe era quello di distrarsi dalla dolorosa perdita, e ne richiese la costruzione per cacciare i mostri dall’anima, da qua la famosa citazione “sol per sfogare il core” incisa sul pilastro del parco. Le figure situate all’interno sono cariche di simbolismi, i riferimenti alla mitologia e al mondo del fantastico sono diversi e il percorso diventa una sorta di cammino allegorico-iniziatico di matrice alchemica. Nei tre ettari del parco si snoda il percorso, percorrendolo ammirerete grandi statue in basalto, edifici surreali, iscrizioni e indovinelli che vi disorienteranno e sorprenderanno continuamente. Mostri marini, tartarughe giganti, sfingi e draghi abitano il parco. L’imponente Orco ne è sicuramente il simbolo, un grande faccione di pietra con la bocca aperta in un urlo, sulle cui labbra si legge la scritta “Ogni pensiero vola”. Pranzo libero. Al termine partenza per il rientro ai luoghi di provenienza. Cena libera. Termine dei servizi.


COSA E’ COMPRESO

·         Viaggio in pullman Gran Turismo;

·         Sistemazione in Hotel 3/4 stelle in zona Viterbo;

·         Trattamento di mezza pensione in hotel, bevande incluse;

·         Visite guidate come da programma;

·         Ingresso Duomo di Orvieto;

·         Ingresso Pozzo di San Patrizio;

·         Ingresso Necropoli e Museo di Tarquinia;

·         Ingresso Necropoli di Cerveteri;

·         Ingresso Villa Lante Bagnaia;

·         Ingresso Palazzo dei Papi di Viterbo;

·         Ingresso al Parco dei mostri di Bomarzo – Sacro Bosco;

·         Auricolari per le visite guidate;

·         Accompagnatore del Centro Turistico Acli;

·         Assicurazione medico-bagaglio incluso copertura cover stay.


COSA NON E’ COMPRESO

·         Assicurazione annullamento;

·         Pasti indicati come liberi o non menzionati nel programma;

·         Bevande non menzionate ai pasti o extra, le mance e gli extra personali;

·         Eventuali ingressi e servizi guida non menzionati nel programma o alla voce la quota comprende;

·         Eventuale tassa di soggiorno se prevista dall’amministrazione locale;

·         Tessera Cta;

·         Tutto quanto non espressamente indicato alla voce “la quota di partecipazione comprende”.

 

Documenti necessari:
· CARTA DI IDENTITÀ in corso di validità

I nostri contatti

AcliViaggi Trento Via Roma, 6 0461/1920133 Da lunedì a venerdì: 09.00-12.30 / 15.00-19.00;
Sabato: 09.30-12.30
GuidaVacanze Cles Via C. A. Martini, 1 0463/423002 Da lunedì a venerdì: 09.00-12.00 / 15.00-19.00;
Sabato: 09.30-12.30
CTA Rovereto Via Paoli, 1 0461/1920133 Lunedì, martedì e mercoledì: 09.00-12.00
CTA Pergine Valsugana Via degli Alpini, 9 0461/1920133 SU APPUNTAMENTO Giovedì: 09.00-11.30
CTA Cavalese Via Sorelle Sighel, 2 0461/277277 SU APPUNTAMENTO Venerdì: 09.00-11.00

E-mail unica: acliviaggi@aclitrentine.it

La legge italiana punisce con la pena della reclusione i reati inerenti alla prostituzione e alla pornografia minorile, anche se gli stessi sono commessi all’estero. Comunicazione obbligatoria ai sensi della legge 3 agosto 1998, n.269.

TESSERAMENTO CTA 1° GENNAIO-31 DICEMBRE 2024 – QUOTA IN DEFINIZIONE
Le iniziative sono riservate ai soci del CTA (Centro Turistico ACLI).

Modalità per le prenotazioni

LE PRENOTAZIONI VANNO EFFETTUATE ALMENO 40 GIORNI PRIMA DELLA PARTENZA E SONO VALIDE, SALVO DISPONIBILITÀ, SOLO SE ACCOMPAGNATE DA UN ACCONTO DI € 200.

  • SALDO 30 GIORNI PRIMA DELLA PARTENZA.

Le penali per l’eventuale recesso al viaggio da parte del viaggiatore verranno applicate secondo le modalità riportate nelle condizioni generali di viaggio (http://www.acliviaggi.it/condizioni-generali/) oppure richieste direttamente presso i nostri uffici. In caso di viaggi in collaborazione con altri Tour Operator seguiranno le condizioni generali di viaggio di ogni singolo fornitore. Ogni variazione o disdetta dovrà pervenire per iscritto ad AcliViaggi.
Preghiamo segnalare all’atto della prenotazione eventuali intolleranze alimentari o allergie.

PRENOTAZIONI E PAGAMENTI

Le prenotazioni si effettuano presso i nostri uffici o via e-mail. È possibile effettuare l’acconto/saldo del viaggio anche a mezzo bonifico bancario sul nostro conto corrente presso la Cassa di Trento con queste coordinate:

INTESTATO A: ACLI VIAGGI SRL
CODICE IBAN: IT 12 Y 08304 01807 00000 7383197
CAUSALE: COGNOME/NOME dei partecipanti, destinazione

TARIFFE, QUOTE E MODALITA’ DI CONFERMA/ANNULLAMENTO VIAGGIO

Le quote di partecipazione per le iniziative all’estero sono stabilite in base ai tassi dei cambi ed ai costi in vigore al momento della redazione dei programmi di viaggio o soggiorno. Eventuali adeguamenti carburante/valutari o variazioni di quota saranno comunicati entro 20 giorni data partenza. Nel caso in cui il numero di persone iscritte risulti inferiore alla base minima indicata nella tabella dei prezzi, l’organizzatore comunica il recesso dal contratto al viaggiatore non più tardi di 20 giorni prima dell’inizio del pacchetto in caso di viaggi che durano più di 6 giorni, di 7 giorni prima dell’inizio del pacchetto in caso di viaggi che durano tra 2 e 6 giorni, di 48 ore prima dell’inizio del pacchetto nel caso di viaggi che durano meno di due giorni.


ASSICURAZIONE CONTRO LE PENALITÀ DI ANNULLAMENTO

Al momento dell’iscrizione al viaggio si consiglia vivamente la stipula di una polizza assicurativa per la copertura delle spese derivanti dalle penali applicate per l’eventuale annullamento del viaggio/soggiorno. AcliViaggi offre diverse possibilità assicurative.
Ricordiamo che l’acconto versato all’atto della prenotazione viaggio NON COPRE la penale per eventuale annullamento viaggio/soggiorno al di sotto dei 40 giorni ante partenza. Pertanto in caso di annullamento viaggio/soggiorno si rimanda alle penali applicate come da nostre condizioni generali.

Organizzazione Tecnica: Acli Viaggi S.r.l.

Richiesta prenotazione

Richiesta informazioni e/o prenotazione

    Il tuo messaggio:

     

     
    (* campo obbligatorio)
    Autorizzo il trattamento dei miei dati personali Per maggiori informazioni (* richiesto)

    Condividi: